Capri-Revolution

Film 2018 | Drammatico +13 122 min.

Regia di Mario Martone. Un film Da vedere 2018 con Marianna Fontana, Reinout Scholten van Aschat, Antonio Folletto, Gianluca Di Gennaro, Eduardo Scarpetta (II). Cast completo Genere Drammatico - Italia, Francia, 2018, durata 122 minuti. Uscita cinema giovedì 20 dicembre 2018 distribuito da 01 Distribution. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 3,75 su 8 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Capri-Revolution tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Un'isola unica al mondo che, all'inizio del Novecento, ha attratto come un magnete chiunque fosse spinto da ideali di libertà e di progresso.

Consigliato assolutamente sì!
3,75/5
MYMOVIES 3,50
CRITICA 4,00
PUBBLICO N.D.
CONSIGLIATO SÌ
Un'efficacissima Marianna Fontana nel percorso di crescita di una donna in equilibrio tra diverse visioni del mondo.
Recensione di Giancarlo Zappoli
giovedì 6 settembre 2018
Recensione di Giancarlo Zappoli
giovedì 6 settembre 2018

1914. Un gruppo di giovani del nord Europa si unisce in una comunità sull'isola di Capri avendovi trovato il luogo ideale in cui sperimentare una ricerca sulla vita e sull'espressione artistica. Sull'isola abita con la sua famiglia Lucia, una capraia la cui attenzione viene attratta da questi 'strani' individui a cui inizia ad avvicinarsi. Al contempo sull'isola è arrivato un giovane medico condotto portatore di idee che mettono la scienza e l'interventismo al primo posto.

Mario Martone completa l'ideale trilogia che si è venuta componendo dopo Noi credevamo e Il giovane favoloso con un film che si muove tra la luce diurna del sole e i fuochi delle danze della notte trovando al proprio centro l'efficacissima interpretazione di Marianna Fontana.

È sua quella che si potrebbe definire l'anima divisa in tre attorno alla quale si colloca tutta la vicenda. Il passato, con tutto ciò che ha di positivo rappresentato dalla spesso silente figura materna, si concentra nella casa in cui al padre malato si sostituiscono i fratelli portatori della difesa di una tradizione che si fa abito sempre più pesante da indossare per la giovane donna. In quegli uomini e donne che scorge per la prima volta nudi su una scogliera vede aprirsi un mondo di opportunità diverse rispetto all'orizzonte chiuso di un mare forse prima di allora mai guardato con occhi nuovi.

Martone fa esplicito riferimento alla comune che il pittore Karl Diefenbach costituì a Capri agli inizi del Novecento avendo come omologa quella del Monte Verità a Locarno (dove tutt'oggi viene tenuta viva una forte memoria di quell'esperienza). Il vivere insieme immersi nella Natura, da vegetariani ante-litteram impegnati in una ricerca in cui il corpo stesso si faceva forma d'arte vivente non impedisce al regista di mettere in luce il nascere di forti contraddizioni all' interno della comunità.

Su questa descrizione crea una qualche perplessità la scelta di uomini e donne tutti fisicamente piacenti quasi che se ci fosse stato un Toulouse Lautrec ancora vivente e desideroso di farne parte non sarebbe stato accolto. Questo però non inficia il confronto che Martone ci propone, narrando il passato ma con un'attenzione rivolta al presente, tra due modalità di guardare al mondo e alla sua Storia.

La disputa dialettica tra il medico e il leader della comune espone, con immediatezza unita a rigore, le due posizioni e, ancora una volta, si tiene a distanza da posizioni manichee. Il dottore è al contempo un difensore del progresso legato alle scoperte scientifiche ma anche vittima di quell'idealismo interventista che sfocerà di lì a poco nel fascismo (che ha già deposto le sue uova in versione nazi anche nella comunità di Diefenbach).

È in questa situazione culturalmente presismica (vedi le anfore tra gli alberi) che Lucia si trova a crescere come donna, ad emanciparsi da un maschilismo ancestrale e a comprendere, senza false pacificazioni interiori, quanto in entrambe le nuove proposte di vita c'è di positivo e quanto invece va messo tra parentesi per poter davvero progredire, per uscire da qualsiasi tipo di gabbia ideologica e poter 'sperare' nel futuro.

Sei d'accordo con Giancarlo Zappoli?
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
sabato 8 settembre 2018
Peer Gynt

Ancora un bel film di Mario Martone, un film che coinvolge e non lascia indifferenti. Capri, paesaggio assolato dai colori vivissimi, dipinta dal film con l'azzurro intenso delle sue acque, è una vera metafora del mondo, quello scrigno che alberga da sempre esperienze contrastanti: la cultura tradizionale e ancestrale della famiglia della protagonista, la pastorella Lucia, da una parte; [...] Vai alla recensione »

giovedì 6 settembre 2018
ROBERT EROICA

#Venezia75 - #CapriRevolution - Concorso - Alla vigilia del primo conflitto mondiale un gruppo di giovani trova presso l ' isola di Capri il luogo ideale per una vita all'insegna della liberta' assoluta, adorando la natura come un dio e sviluppando la danza come una forma di religione. Una pastorella provera' a seguirne l'esempio e acquistera' i mezzi per capire cosa fare della propria indipendenza. [...] Vai alla recensione »

sabato 6 ottobre 2018
TupecLupello

In grado di trasmettere un messaggio con semplicità, convincente e comunque mai noioso. Lo consiglio a (quasi) tutti.

FOCUS
FOCUS
venerdì 5 gennaio 2018
Pino Farinotti

In alcuni miei interventi di fine anno il focus era su certi titoli italiani in arrivo nel 2018: Chiamami col tuo nome (guarda la video recensione) di Luca Guadagnino, tre candidature al Golden Globe; Ella&John -The Leisure Seeker (guarda la video recensione) di Paolo Virzì, una candidatura; A casa tutti bene di Gabriele Muccino. Ribadisco, riconosciuti altrove, ed è un ottimo segnale. Concludevo un pezzo con un'affermazione impegnativa, sì, mi esponevo: "Al primo posto della mia gerarchia personale ci metto Mario Martone. Colto, inventore, completo. Nessuno è più intelligente di un napoletano intelligente, diceva Eduardo. Martone sa firmare film da cinque stelle come Il giovane favoloso, e la regia perfetta di un Andrea Shénier alla Scala". Nel 2018 uscirà Capri-Batterie. Dallo stesso Martone ho ricevuto un riscontro gradito: "Caro Pino Farinotti, mi sono procurato la sua mail per ringraziarla delle belle parole che ha scritto sul mio lavoro, mi hanno fatto molto piacere in chiusura d'anno! Spero che il film a cui sto lavorando e che uscirà nel 2018 le farà pensare di aver ben riposto la sua fiducia, intanto la saluto molto cordialmente e le auguro ogni bene per l'anno nuovo".
In allegato c'era del materiale relativo al film, sufficiente per comprenderne i contenuti, che sono perfettamente... martoniani. Un sincretismo ben coagulato.

Capri-Batterie è dunque la sintesi delle attitudini di Martone, che prosegue nella sua ricerca, si evolve. I lemmi sono: teatro, cinema, scrittura, ai quali si aggiunge "arte".

E "sopra", la letteratura. Segnali forti nelle sue scelte: L'amore molesto è tratto da un romanzo di Elena Ferrante, L'odore del sangue da Goffredo Parise, Noi credevamo da Anna Banti. Naturalmente Martone ci mette del suo, perché sa scrivere, a fronte di tanti registi italiani, anche importanti, che scrivono senza averne le doti. In questo quadro vale una citazione: la laurea honoris causa attribuita a Martone dall'Università della Calabria in Linguaggi dello Spettacolo del Cinema.

Frasi
Io non sono una buona figlia, ma io ho bisogno di essere libera.
Una frase di Lucia (Marianna Fontana)
dal film Capri-Revolution - a cura di MYmovies.it
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
venerdì 7 settembre 2018
Emiliano Morreale
La Repubblica

Se cronologicamente gli eventi narrati in Capri-Revolution seguono quelli dei film ottocenteschi di Martone, in realtà si può leggere il film come un ideale prequel di Noi credevamo. Lì, raccontando il Risorgimento, si parlava anche degli anni 70; qui, pur in una storia ambientata negli anni 10, siamo davanti a una "summer of love", all'esplosione di una vitalità e ansia di libertà, di cui vengono [...] Vai alla recensione »

venerdì 7 settembre 2018
Valerio Caprara
Il Mattino

L'epigrafe tratta da Fabrizia Ramondino impressa sulla prima inquadratura di «Capri-Revolution» di Mario Martone è uno di quei limpidi paratesti letterari che legano ogni artista a un altro e ogni sua opera ad altre simili perse da qualche parte nel tempo e nello spazio. Denso d'accuratezza estetica (costumi e acconciature in primis), ambientato nel 1914 ma con esplicite indicazioni di continuità storica, [...] Vai alla recensione »

venerdì 7 settembre 2018
Cristina Piccino
Il Manifesto

Lucia è una pastora, tutto il giorno sta sotto al sole dietro alle capre, si inerpica tra i sassi e i cespugli di quel pezzo di terra che ha la stessa potenza ruvida e sensuale del suo sguardo. A casa i fratelli dettano legge, la madre asseconda l'ordine familiare, il padre amatissimo è ammalato, i polmoni glieli ha divorati la fabbrica dove è andato a lavorare.

venerdì 7 settembre 2018
Federico Pontiggia
Il Fatto Quotidiano

La possibilità di un'isola. Non c'entra Michel Houllebecq, bensì Mario Martone, che nella Capri di inizio Novecento localizza la possibilità del mondo. Ci sono tutti -da qui il titolo Capri-Revolution - quelli che un altro mondo possibile lo vogliono, progettano, performano: poeti, artisti, socialisti, profeti, anarchici e futuristi. Bogdanov, Lunac arskij e Gor'kij misero in piedi la prima scuola [...] Vai alla recensione »

NEWS
SPLENDOR
lunedì 17 dicembre 2018
 

Ospiti di questa puntata sono Mario Martone, Roberto Cotroneo, Don Pasta e Pippo Ciorra: una puntata "cosmopolita" che viaggia tra luoghi lingue e sogni di tutto il pianeta con il cinema, la musica, l'architettura e il romanzo.

TRAILER
mercoledì 29 agosto 2018
 

Siamo nel 1914, l'Italia sta per entrare in guerra. Una comune di giovani nordeuropei ha trovato sull'isola di Capri il luogo ideale per la propria ricerca nella vita e nell'arte. Ma l'isola ha una sua propria e forte identità, che si incarna in una [...]

POSTER
venerdì 24 agosto 2018
 

Siamo nel 1914, l'Italia sta per entrare in guerra. Una comune di giovani nordeuropei ha trovato sull'isola di Capri il luogo ideale per la propria ricerca nella vita e nell'arte. Ma l'isola ha una sua propria e forte identità, che si incarna in una ragazza, [...]

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club  ver: au12.
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati